Vini di Bolgheri
e l'Alta Maremma

Puoi ordinare i nostri vini online

I Nostri Vini

I.G.T. ToscanaPIGOLAIA BIANCO

Caratteristiche tecniche

Alcool
12,5%
Uvaggio
Trebbiano, Malvasia e Vermentino
Colore
Giallo paglierino
Affinamento
La parte più aromatica (malvasia) in barriques ed il resto in acciaio
Affinamento
8 mesi in barriques di rovere francese
Colore
0,75 lt
Caratteristiche degustative
Nel bicchiere si presenta giallo paglierino molto tenue con riflessi tendenti al verde. L’apporto aromatico della malvasia si evidenzia al naso con note floreali di zagare e frutta esotica. In bocca è invece la sapidità data dal vermentino che lo caratterizza mentre il trebbiano contribuisce alla corposità e alla struttura. La sapidità e la freschezza lo rendono il vino ideale per gli aperitivi e per accompagnare ogni tipo di formaggio. Interessante anche l’abbinamento con il pesce.
Abbinamenti
Antipasti, Aperitivo, Formaggi, Pesce.
Perfetto per: un aperitivo, un pranzo tra amici, un pranzo in famiglia, un pranzo all’aperto, una cena tra amici, una cena in relax, una cena all’aperto, serata in giardino tra amici, una giornata in riva al mare.

I.G.T. ToscanaPIGOLAIA ROSSO

Caratteristiche tecniche

Alcool
13%
Uvaggio
70% Sangiovese, 30% Cabernet Sauvignon
Vigneti
Situati in pianura con un’esposizione nord- sud a circa 3km dal litorale
Terreno
Franco con abbondante presenza di scheletro
Affinamento
4 mesi in barriques di rovere francese
Malolattica
svolta in barriques
Caratteristiche degustative
Un brillante vino rosso toscano, tipico del sangiovese proveniente da vecchi impianti,caratterizza questo vino. In bocca si presenta fresco ma con buona struttura tannica, il tutto accompagnato da una gradevole corposità che arriva fino a note quasi dolci. Al naso l’affinamento in barriques si avverte chiaramente, con note preponderanti di vaniglia e spezie.
Abbinamenti
Le sue caratteristiche lo rendono un vino ideale per accompagnare piatti elaborati di carni, come spezzatini e selvaggina in umido, nonché primi piatti con sughi molto ricchi.

Bolgheri D.O.C.BECCAIA VERMENTINO

Caratteristiche tecniche

Alcool
13%
Uvaggio
100% Vermentino
Vigneti
Situati in pianura con un’esposizione nord-est sud-ovest a circa 1 km dal litorale
Terreno
Franco con abbondante presenza di scheletro e sabbie
Affinamento
In acciaio sur lie
Malolattica
svolta in barriques
Caratteristiche degustative
Nel bicchiere si presenta giallo tenue con riflessi verdi. Si tratta di un vino rotondo e sapido, la cui freschezza esalta le note vegetali agrumate e floreali dolci del tarassaco che emergono appena versato. Seguono poi sentori fruttati di pesca.
Abbinamenti
Vino perfetto per godersi a pieno piatti di pesce semplici e piatti di pesce della tradizione Toscana. Ideale per le crudité di molluschi e crostacei e come aperitivo.

Bolgheri D.O.C.BECCAIA

Caratteristiche tecniche

Alcool
14%
Uvaggio
40 % cabernet sauvignon, 30 % merlot, 20 % cabernet franc, 10 % petit verdot
Vigneti
situati in pianura con esposizione nord est-sud ovest a circa 1 km dal litorale
Terreno
franco con abbondante presenza di scheletro e sabbie
Affinamento
8 mesi in barriques di rovere francese
Malolattica
svolta in barriques
Caratteristiche degustative
Rosso rubino intenso, con riflessi viola. La grande struttura ed il corpo di questo vino sono la tipica espressione del territorio di Bolgheri.
Immergendo il naso nel bicchiere le note varietali del cabernet sauvignon emergono avvolte da quelle fruttate, e più calde, del merlot, in armonia.
Abbinamenti
Si tratta di un vino perfetto per piatti complessi come primi di selvaggina e carni in umido, ma capace anche di accompagnare e sostenere il confronto con formaggi erborinati dall’odore intenso.

I.G.T. ToscanaTYRSINOI

Caratteristiche tecniche

Alcool
14,5%
Uvaggio
100% cabernet franc
Vigneti
situati in pianura con esposizione nord est-sud ovest a circa 2 km dal litorale
Terreno
franco con abbondante presenza di sassi e sabbie
Affinamento
16 mesi in barriques nuove di rovere francese
Malolattica
svolta in barriques
Caratteristiche degustative
Di colore rosso impenetrabile, è un vino rosso toscano di grande struttura e grande complessità, in cui il profumo fruttato spicca sopra alle note speziate del legno.
Abbinamenti
Si tratta di un vino particolarmente indicato per una cucina dai sapori forti, ma è da considerare la sua attitudine ad essere consumato da solo come vino da meditazione.

I Nostri Vigneti

L’ azienda consta attualmente di 9 ettari di vigneto così suddivisi:
  • 4,5 ettari di vitigni tutti a bacca rossa per la produzione del nostro vino rosso toscano nella zona del Bolgheri DOC e più precisamente lungo la statale Aurelia;
  • 4,5 ettari di vitigni bianchi e rossi IGT Toscana situati nelle zone limitrofe.

La Cantina

La cantina si trova attualmente a Donoratico e si sviluppa su 700 mq coperti più un piazzale antistante. La vinificazione, lo stoccaggio e l’imbottigliamento dei nostri Bolgheri doc e non solo avvengono qui. I tini di vinificazione, in acciaio, sono di varie dimensioni, scelta che garantisce di poter tenere separate uve con caratteristiche diverse, in modo da poterle vinificare con i giusti accorgimenti specifici.
La capacità totale della cantina per quanto riguarda i serbatoi in acciaio è di circa 1700 Hl, mentre per quanto riguarda le barriques ne sono attualmente presenti 90 da 225 litri di varie annate e tonnellerie, tutte di rovere francese.
La ricezione delle uve è rigorosamente in cassette, che vengono rovesciate direttamente in una diraspapigiatrice con aspo e rulli in gomma per un trattamento più soffice delle uve.
È, inoltre, in fase avanzata di costruzione, nel mezzo dei 4,5 ettari di vigneto Bolgheri DOC, una nuova cantina che permetterà di ottimizzare le operazioni di raccolta e lavorazione delle uve.

I TIRRENI

I TIRRENI” è uno dei vari nomi che i Greci davano agli abitanti della costa: gli Etruschi. Abili navigatori, solcavano i mari con bandiere raffiguranti un delfino, dedicandosi sia alla pirateria, sia alla produzione e al commercio del vino. 
Il logo aziendale deriva da una leggenda greca nata dalle storie riguardanti il popolo dei Tirreni. Si diceva, infatti, che il giovane semidio Bacco chiese, nel suo girovagare per il Mediterraneo, un passaggio ad una nave etrusca. I Tirreni pensarono allora di rapire il semidio per essere avvantaggiati nel commercio e nella produzione del vino e lo legarono all’albero maestro della nave. All’improvviso il vento divenne sfavorevole al procedere della nave, i timoni della nave si trasformarono in tralci di vite e le cime in serpenti. Presi dallo spavento i marinai si gettarono in mare, ma Bacco per salvarli li trasformò in delfini.